Il Costruittivismo è un orientamento teorico, condiviso da molte discipline, secondo il quale l'uomo non è un semplice elaboratore di informazioni, ma un “costruttore di significati”; l'uomo ha un ruolo attivo come costruttore della realtà, e l'ambiente non è più visto come luogo di stimolazioni esterne, piuttosto come universo di simboli e possibilità.

La realtà non è più qualcosa di oggettivo, ma qualcosa di strettamente dipendente dalla percezione e dalle strutture mentali del soggetto che la sperimenta; è il soggetto che da un senso alla realtà partecipando attivamente nella sua costruzione.

La realtà non può essere considerata indipendente da colui che la osserva, dal momento che è proprio l'osservatore che le dà un senso, partecipando attivamente alla sua costruzione.

Normalmente ci troviamo di fronte a persone che credono che la realtà sia una scoperta, ciò che sia il mondo a scatenare l’esperienza che noi esseri umani viviamo in modo conseguente.

Muovendosi in questa direzione si diventa tendenzialmente degli osservatori del mondo che ci circonda, essendo osservatori ci riteniamo in qualche modo deresponsabilizzati dalle nostre reazioni personali

.

Questo è l’approccio classico che hanno la maggior parte delle persone e in ambito sportivi degli atleti.

Invitare un atleta al ragionamento su cosa sia davvero la realtà, ciò quanto viene e accade all’esterno e quanto le persone reagiscono soggettivamente e quindi personalmente scegliendo come leggere la realtà anche se con meccanismi a volte inconsci, può essere un’esperienza già di per sé “trasformante”.

Capire e intuire la possibilità di passare dall’essere una sorta di osservatore passivo del mondo a diventare un attore principale di una storia che noi stessi possiamo creare attraverso le nostre rappresentazioni mentali è un nuovo approccio estremamente potenziante per tutti gli ambiti, nel nostro caso in ambito sportivo può dare notevoli risultati. Il mio obiettivo come atleta diventa quello di agire sulla mia personale mappa e più l’arricchisco, più migliorerà la mia realtà personale.

Quando la persona o l’atleta percepisce che ha in larga parte il controllo della propria esperienza di realtà, fa naturalmente un grande salto di qualità a livello mentale.

Un esempio semplice della nostra capacità di costruire la realtà è verificabile guardando la foto qui a fianco: cosa scegliete di vedere nella foto?

I contenuti presenti sul sito www.danielagioria.com dei quali è autore Daniela Gioria proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2009 - 2020 StrategicaMente www.danielagioria.com di Daniela Gioria All rights reserved

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram